mallero housing

sondrio
2013

progetto architettonico con:
arch.claudia bigi - arch.fabio della torre - arch. fernando grattirola


strutture : studio moncecchi associati
impianti : studio giarba

photos :   © marcello mariana

il progetto insiste su di un’area periferica della città di Sondrio, compresa tra il corso del torrente Mallero e alcune aree caratterizzate dalla presenza di capannoni industriali.

L’intorno, esclusa la presenza del torrente Mallero a sud-est, non presenta un contesto capace di generare dei riferimenti importanti tali da potere influenzare l’assetto planimetrico d’insieme. Partendo dalla richiesta della committenza  di impostare il progetto in singole e distinte palazzine residenziali e considerando la scarsa qualità del contesto si è deciso di disporre le volumetrie in modo libero ed indipendente dall’intorno ( eccetto la presenza a sud-est del torrente Mallero ) con una disposizione delle quattro unità in grado di generare un senso di centralità e nuovo riferimento costruito nel contesto urbano circostante.

Le palazzine dialogano tra loro con allineamenti, scarti prospettici e prossimità in grado di generare nuovi spazi urbani, percorsi pedonali e affacci sull'intorno più naturale delle sponde del torrente Mallero.

A legare i quattro volumi residenziali è un percorso pedonale interno al lotto, ribassato di 150 cm. rispetto al piano stradale.

Tale scarto altimetrico interessa  gli spazi comuni interni, gli ingressi e percorsi pedonali alle singole unità,  il cortile e il giardino protegge acusticamente i nuovi spazi comuni e conferisce un forte senso di intimità a questi nuovi luoghi. L’andamento delle superfici a prato assecondano questa ricerca di privacy .


Il variare della quota altimetrica di ingresso a -150 cm ha permesso di ottimizzare la disponibilità volumetrica da dedicare alla residenza. Con il primo livello progettato a +150 cm. dal piano stradale il progetto restituisce un senso di maggiore privacy anche ai piani bassi residenziali che si connotano attraverso dei giardini privati delimitati da muri in pietra.

All’ultimo piano le palazzine si distinguono ,a coppie, in due tipi, uno con attici in duplex con patio interno  e l’altro con attici dotati di ampie logge a giardino pensile.

L’organizzazione planimetrica dei singoli alloggi e la composizione di facciata sono studiati per restituire un elevato grado di identità ad ogni appartamento.



mallero housing

The project is situated in the italian Alps in the outskirts of the city of Sondrio, in between the Mallero torrent and areas of industrial warehouses.


The area, apart from Mallero to the south-east, does not have any important presence that could direct  the overall  urban planning of the area.

Based on the requirements of the client's brief  that the project have four independent residential buildings blocks and considering the low quality of the existing built environment except for the presence of the Mallero torrent, a decision was made to design free and independent volumetric spaces. The four blocks were designed to generate a focal point, creating a sense of strong identity  within the existing urban plan.

The residential blocks converse with each other via alignment, perspective gaps, and proximity producing new urban spaces. New urban space connections via pedestrian paths and frontage onto the banks of the Mallero torrent.


To bind the four residential blocks an internal pedestrian path was created. The internal path is placed -150cm below the main street level.

The variation in levels is designed in relation to the internal public space and the entrance to each individual apartments units. The courtyard and garden create an acoustic barrier from the street for the new communal spaces conferring a strong sense of intimacy. The landscaping of the lawns emphasize the desire for privacy.The lowering of the path and entrance to the individual units by  -150cm also allowed an increase of volume within each unit. With the first floor at +150cm above the street level the design confers an emphasized sense of privacy, further enhanced by stone walls enclosing private gardens.The top level of the residential blocks are treated in two different ways. Two of the blocks are duplex with an internal patio, the other two blocks are attics with roof gardens. The plan of each unit and the design of the facades  give a recognizable identity to each apartment.